Logo Ristorante l'Archeologia
 

Nel 1903, durante uno dei tanti viaggi del Grand Tour (lungo viaggio nell'Europa continentale effettuato dai ricchi giovani dell'aristocrazia europea a partire dal XVII secolo e destinato a perfezionare il loro sapere con partenza e arrivo in una medesima città), il ristorante L'Archeologia veniva ritratto in questa foto stereoscopica, una tecnica fotografica che trasmette un’illusione di tridimensionalità, analoga a quella generata dalla visione binoculare del sistema visivo umano, che può essere considerata la prima versione del 3D, in cui la doppia immagine, quasi gemellare, dei luoghi, dei monumenti e delle opere d’arte visitate, ottenuta con un apparecchio fotografico a due obbiettivi che riprendevano simultaneamente, consentiva, utilizzando un particolare visore a due lenti, un’unica visione tridimensionale di ogni immagine.

Nella foto si nota sopra alla porta d'ingresso una frasca. Questo stava a significare che in quel periodo la locanda era provvista di vino nuovo.